Vice Milito cercasi. Ma serve davvero?

Diego Milito si appresta a tornare a tempo pieno sui campi da gioco dopo il brutto infortunio ch lo ha tenuto fermo per più di 6 mesi. In assenza del suo Principe l’Inter é intervenuta sul mercato assicurandosi due tra i giovani più promettenti che la Serie A potesse offrire: Icardi e Belfodil. Ma su quest’ultimo, nonostante la secca smentita della società, sembrerebbe esserci qualche dubbio, ed ecco che si rincorrono le voci su un nuovo acquisto in attacco per i nerazzurri.

A parlarne é il Corriere dello Sport che nella sua edizione on line fa una rosa di tre nomi sui quali la società di Moratti potrebbe puntare: «Gilardino, Borriello e Quagliarella. Sono gli attaccanti che insegue l’Inter per dare spessore alla panchina e garantire a Mazzarri un vice Milito. Il nuovo tecnico nerazzurro vuole un elemento di peso ed esperienza, in attesa del rientro a pieno regime dell’argentino, che oggi giocherà nuovamente con la Primavera e che ha nel mirino la panchina nel match con la Juventus del 14 settembre».

A sentire le voci di mercato, quindi, il mercato in attacco potrebbe riservare qualche sorpresa ma, come diceva un noto presentatore televisivo, la domanda sorge spontanea: davvero l’Inter ha bisogno di un altro attaccante? Con Milito pronto al rientro, Palacio, Belfodil e Icardi il parco attaccanti potrebbe già considerarsi al completo. Non dovendo giocare le coppe gli impegni diminuiscono e il tempo a disposizione per far maturare i giovani aumenta. Davvero, quindi, a Mazzarri serve un altro attaccante? Prenderlo non significherebbe togliere spazio ai nuovi acquisti e farli sentire meno considerati all’interno della rosa?

fonte: corrieredellosport.it

Precedente Modello Thohir uguale al modello Arsenal. "Zero tituli" ? Successivo Inter-Cittadella live