Mourinho chiama l’Inter e ricorda: «Quella volta a Kiev…»

José Mourinho attende l’Inter nell’Europa che conta e intanto svela qualche particolare della stagione del Triplete. Allora come oggi i nerazzurri giocavano in Ucraina. Vincere contro la Dinamo Kiev era l’i imperativo per andare avanti in Champions, ma le cose non furono per niente facili, come ricorda lo stesso Mou in un’intervista alla Gazzetta dello Sport:

«Quella contro la Dinamo Kiev è una gara che non dimenticherò mai come non dimenticherò  quelle facce tristi durante l’intervallo. Allora ho preso a calci a tutto quello che avevo davanti e ho detto che, dopo la sconfitta, non avrei voluto vedere bambini che piangevano. Ho urlato: “Se proprio deve succedere, voglio che perdiamo dopo aver dato tutto. Voglio coraggio e non facce di merda”. Poi abbiamo parlato di tattica e ci siamo preparati a giocare prima con tre e poi con due difensori. Ricordo le loro facce quando ho spiegato come giocare a due dietro. Pensavano: “Questo è pazzo.  Era un girone durissimo. Venivamo da tre pari: uno a San Siro con il Barcellona, uno a Kazan, un altro ancora a Milano con la Dinamo. E a 4’ dalla fine, a Kiev, avevamo bisogno di segnare non uno ma due gol per non essere eliminati. Incredibile».

Particolari, quelli raccontati da Mourinho, che evocano ricordi indelebili per il popolo nerazzurro. Quello fu l’inizio di una cavalcata trionfale che portò la squadra a raggiungere traguardi che mai nessuno prima in Italia era riuscito a centrare. Oggi le cose sono un pò diverse ma Mourinho sembra fiducioso:

«Quella gara,  in cui abbiamo gettato in campo tutto e tutte le punte ha segnato la svolta della nostra stagione, non solo per la qualificazione. Se può succedere lo stesso alla squadra di Mazzarri dopo il 7-0 al Sassuolo giocato in modo spregiudicato? Non ho visto il match, però 7 gol sono proprio tanti. Da risultati pazzi come questi arrivano motivazioni e fiducia incredibili. Speriamo in un’Inter forte e vincente. Voglio giocarci contro a San Siro nella prossima Champions…».
fonte: gazzetta dello sport

 

Precedente In Estate ci ha rifiutati, ora si è pentito Successivo EL - Inter, La formazione anti Dnipro: Kovacic out

I commenti sono chiusi.