Mercato in entrata e mercato in uscita, ecco le novità

Il magnate indonesiano Erick Thohir, ha voglia di riportare l’Inter ad alti livelli, e per farlo, è consapevole che serva investire sul mercato. Il presidente è tornato ieri a Milano ed è stato subito tempo di meeting.

Nei prossimi sei mesi tutto prenderà forma, dalle strategie di mercato ai programmi societari, una delle riunioni più importanti di ieri è stata quella relativa all’area tecnica tra Thohir, Moratti e Manzonetto, nella quale è emersa la necessità di cercare a gennaio un centravanti o una seconda punta. Complici gli sconosciuti tempi di recupero di Milito e Icardi. 

Secondo quanto riportato oggi su la Gazzetta dello Sport, il primo nome sul tacquino della dirigenza interista, sarebbe quello di Edin Dzeko, che nel City sta trovando poco spazio, ma che rimane un’operazione difficile per l’ingaggio, il bosniaco infatti percepisce 5 milioni di euro l’anno. Altrettanto difficile è l’operazione Osvaldo, le criticità sarebbero rappresentate questa volta dal costo del cartellino. Un altro nome che circola negli ambienti interisti è quello di Mauricio Pinilla, mentre vengono ormai scartati i nomi di Bianchi (Bologna) e Mitroglu (che si è anche infortunato).

Negli altri reparti restano nel mirino Kucka, Kolarov, Ansaldi, Bernat e Gabriel Silva, mentre per il mercato in uscita, i nomi più probabili sarebbero quelli di Pereira e Kuzmanovic. Per quanto riguarda Ranocchia e Guarin se ne parlerebbe solo di fronte a proposte straordinariamente favorevoli alle casse dei nerazzurri.

 

Fonte: Gazzetta dello Sport 

I commenti sono chiusi.