Kovacic vs Pirlo (Inter Juve), partite a confronto.

La Gazzetta dello Sport, nel suo speciale dedicato alla partita di ieri Inter Juve, dedica un focus alle prestazioni dei due registi Kovacic e Pirlo, analizzandone le statistiche e mettendole a confronto. Sostanziale parità (leggerissimo vantaggio del regista azzurro, che si impone grazie alla maggiore esperienza), ma quel che impressiona è  l’autorità del nostro n. 10, che soprattutto nel secondo tempo, a dispetto dei suoi 18 anni, è riuscito a mettere in mostra tute le sue qualità.  Per Kovacic altissima precisione nei passaggi e dribbling letali (avversario saltato 5 volte su 6): proprio da un’accelerazione del croato è nato il goal del momentaneo 1 a 1 di Palacio.

PALLONI TOCCATI – Kovacic: 90 ; Pirlo: 116.

PASSAGGI UTILI – Kovacic: 61/65 ; Pirlo: 63/67.

PALLONI RECUPERATI – Kovacic: 8 ; Pirlo: 13.

PALLONI PERSI – Kovacic: 4 ; Pirlo: 13

DRIBBLING RIUSCITI – Kovacic: 5/6; Pirlo: 0/2.

Questo il commento della Gazzetta su Mateo Kovacic: “Moratti lo dovrebbe tutelare come il WWF fa con i Panda. E’ un potenziale campione. Anche se non è stata una gara perfetta è stato il giocatore che dopo Pirlo ha toccato più palloni … se all’Inter avessero tutti la qualità di Kovacic oggi la squadra non sarebbe al sesto posto”.

I commenti sono chiusi.